E’ come mi guardi, credo.

E’ come mi guardi, credo.

E’ come nei tuoi occhi scuri vedo qualcosa che sembra piacerti un sacco.

E’ come quando quella volta pioveva e tu ti sei fermato sotto un portico e io ho continuato a camminare. Mi sono fermata un po’ più avanti, mi sono voltata a guardarti. E lì l’ho capito. E’ come mi guardi dalla testa ai piedi, come mi fai sentire nuda quando ho i tuoi occhi addosso.

Avevo un vestito rosso scuro e ti ho sorriso. Sorrido spesso, lo sai. Sorrido mentre parlo. Sorrido quando sono in imbarazzo, e sono spesso in imbarazzo. Sorrido quando mi guardi tu in quel modo, perché mi piace, perché mi eccita, anche.

Mi piace piacerti, mi piace quando parlo e mi guardi la bocca e so che non mi stai ascoltando e tu sai che io so.

Non ti amo. Non credo ti amerò mai. Ho sempre avuto la ferma convinzione che l’amore sia un’altra cosa. Sono sempre stata una dalle visione romantiche, in fondo.

Non so nemmeno se mi piaci, in effetti. Non abbiamo cose in comune, non abbiamo lo stesso modo di scherzare, non ridiamo per le stesse cose, siamo su due lunghezze d’onda opposte.

Ma ho bisogno di come mi guardi tu, adesso. Ho bisogno delle nostre bottiglie di vino, dei discorsi senza impegno, e per questo più liberi, più veri, forse.

Ho sempre pensato che fare sesso con qualcuno senza provare un amore che ti spacca il cuore lasciasse sempre dentro un grande senso di vuoto e tristezza. Solo la voglia di rivestirsi in fretta e scappare nel proprio letto, da soli, a dormire fino a quando quella sensazione non sarebbe scomparsa.

L’ho sempre pensata così perché l’unica volta che mi è capitato mi sono sentita esattamente in questo modo.

C’è stato un momento in cui ho creduto di essere diventata frigida, sai? Credevo che non mi sarei spogliata più di fronte a nessuno. Volevo preservarmi, sai, proteggermi.

Tu mi hai fatto ricredere. Mi piace fare l’amore con te. Anche se non voglio più amare, anche se sono stanca degli amori che spaccano il cuore. Anche se non voglio più scoprirmi ed essere vulnerabile. Quando facciamo l’amore lo sono, lo sono davvero.

Chissà se lo vedi. Se te ne rendi conto o se vedi solo l’insensibile persona frivola e leggera e senza impegno che mostro ormai da anni. E’ una parte di me, ormai.

E’ una parte che ho conquistato con fatica e a cui non voglio rinunciare, non volermene.

Ho bisogno di questo. Ho bisogno dei momenti miei e tuoi, quando abbiamo tempo, quando abbiamo voglia, lasciando il resto delle nostre vite fuori.

Non voglio che tu mi ami, non voglio darti di più, non voglio avere di più. Gli amori folli sono sopravvalutati, sai?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...